Diabou n’dao

Fiabe africane

24

Aprile
Produzioni TL
Teatro ragazzi
Non perdete il vostro tempo ad ascoltare, sono solo delle Fiabe!” amava dire Mamaduo Diallo – grande Griot africano. Gli piaceva molto raccontare ma prima di iniziare le storie voleva sentire battere il cuore di chi lo ascoltava. Battere, battere forte …. allora domandava: “ Un racconto?” e tutti rispondevano “Racconta, racconta “ 

Un tappeto accoglie il pubblico, i suoi colori ci conducono nelle terre africane, davanti a noi un telo dietro il quale nascono in ombra i personaggi delle storie: tamburi che suonano, tamburi che danno vita ad un piccolo villaggio, nel quale incontreremo Diabou n’Dao la bambina temeraria che sfida il leone faccia a faccia.

Maleing l’ippopotamo che gioca con bambini e bambine.

Mariama, la bella fanciulla che si innamora di un giovane guerriero che in realtà è il pitone boa; Bouki , la iena che vuole diventare erbivora a tutti i costi.

L’attrice suonando lo Djembè – il cui ritmo,   battito dopo battito, diventa passo, corsa,       cavalcata – accompagna gli “ascoltatori” alla     scoperta di un altro mondo, di un’altra cultura. “Questo spettacolo è un omaggio a Mamadou  Diallo grande cantastorie senegalese, il quale infilava i suoi racconti come una collana di perle, terminava sempre dicendo: “La storia è finita il primo che la respirerà andrà in paradiso!”

Un omaggio al grande cantastorie senegalese Mamadou Diallo, alla scoperta di un altro mondo e di un'altra cultura attraverso il racconto di storie lontane.

Elisa Fontana / Giornale di Brescia

Video